La lumpectomia è un trattamento per il cancro al seno: a chi è consigliato questo intervento e a chi no

La lumpectomia è un trattamento per il cancro al seno che non è raccomandato per tutti i pazienti e chi è candidato a questa operazione viene deciso dagli oncologi in base a diversi parametri

La lumpectomia è un tipo di intervento chirurgico, un trattamento comune per il cancro al seno, chiamato anche mastectomia parziale. A differenza della mastectomia, che rimuove l’intero seno, la lumpectomia rimuove le cellule tumorali e una piccola porzione circostante di tessuto mammario sano. I chirurghi oncologici considerano la lumpectomia un intervento conservativo del seno perché lascia intatto il seno naturale. La radioterapia al tessuto è solitamente raccomandata dopo una lumpectomia per prevenire la ricrescita del cancro al seno.

A chi è consigliata la lumpectomia?

La lumpectomia è un trattamento che non è raccomandato per tutti i pazienti. Una donna con diagnosi di cancro al seno può essere candidata a questo tipo di intervento chirurgico se:

  • Il cancro è apparso solo in una zona del seno
  • Il tumore è relativamente piccolo rispetto alla dimensione del seno
  • Se il medico è sicuro che alla donna rimarrà tessuto sufficiente per rimodellare il seno dopo la rimozione del tumore
  • Se il paziente può completare la radioterapia.

La lumpectomia è un’operazione eseguita in anestesia generale: il paziente viene addormentato. Occasionalmente è possibile applicare una sedazione moderata e un’anestesia locale, ovvero l’intorpidimento della zona del seno.

Quando la lumpectomia non è un’opzione per il trattamento del cancro al seno?

I chirurghi potrebbero non raccomandare una lumpectomia per diversi motivi. Innanzitutto se una donna ha più tumori in un seno o ha un cancro che ha interessato gran parte del tessuto mammario. Per la maggior parte delle donne, la radioterapia segue una lumpectomia. Se il medico non consiglia la radioterapia o la paziente non vuole sottoporsi alla radioterapia, la lumpectomia non è considerata la scelta giusta per il trattamento del cancro al seno. UN la radioterapia non è raccomandata se la paziente ha già ricevuto radioterapia per un precedente cancro al seno nello stesso seno o è attualmente incinta.

Il medico sconsiglia inoltre la lumpectomia e la radioterapia se il paziente presenta:

  • Una mutazione (cambiamento) genetica che aumenta le probabilità di contrarre nuovamente il cancro al seno
  • Cancro al seno infiammatorio
  • Lupus o un’altra condizione medica che aumenta il rischio di effetti collaterali della radioterapia.

Le radiazioni dopo l’intervento di lumpectomia sono necessarie per distruggere eventuali cellule tumorali microscopiche rimanenti. La ricerca ha dimostrato che la lumpectomia, insieme alle radiazioni, offre tassi di sopravvivenza a lungo termine simili a quelli ottenuti con la mastectomia.

Come viene eseguita questa operazione?

La lumpectomia o l’intervento di mastectomia parziale è solitamente una procedura ambulatoriale, il che significa che i pazienti tornano a casa lo stesso giorno. La procedura stessa dura solitamente circa un’ora. Il cancro al seno non è visibile, cioè non è un cancro che il chirurgo possa vedere, quindi di solito il punto in cui si è sviluppato dovrebbe essere segnato prima dell’intervento per facilitare il lavoro del chirurgo. Il metodo per la localizzazione del cancro al seno può essere eseguito in diversi modi. Uno di questi è ad ultrasuoni, che è ciò che fa il radiologo subito prima dell’intervento chirurgico.

Durante una lumpectomia, il chirurgo rimuove con attenzione il tumore e parte del tessuto mammario sano attorno al tumore in modo che non rimangano cellule tumorali. Sfortunatamente, il chirurgo non può vedere il cancro e il patologo non può valutarlo accuratamente al momento dell’intervento i risultati patologici dell’intervento chirurgico – la dimensione finale del cancro e se ci sono margini chiari o meno, richiedono dai 7 ai 10 giorni circa. Al termine della procedura, il chirurgo può iniettare il medicinale nell’area chirurgica per ridurre la quantità di dolore che il paziente avvertirà dopo l’operazione. Il chirurgo posizionerà anche piccole clip per contrassegnare il sito della lumpectomia per aiutare il radiologo a sapere dove focalizzare la radiazione. Il tessuto mammario viene quindi ricucito insieme con suture interne solubili.

Rating
( No ratings yet )
Loading...
Giardino